Browsing Category

Food

Food

Noi le chiamiAMO chiocciole – il festival dedicato alla lumaca in cucina

27 settembre 2018 • By

Quanti storcerebbero subito il naso a pensare a piatti creati con le lumache?

A Cherasco dal 28 settembre al 1° ottobre si terrà il festival dedicato proprio a loro, le lumache- o come vengono chiamate, chiocchiole. Un invito a riconsiderare il loro utilizzo in cucina e ad approfondire la tecnica dell’elicicoltura, ovvero l’allevamento delle chiocciole a scopo alimentare. La provincia di Cuneo si anima con un mix di appuntamenti inusuali che spaziano dal cibo all’intrattenimento.

La novità di quest’anno è che l’evento non si terrà più nella storica piazza di Cherasco, ma all’esterno delle mura della città: i punti cardine del festival saranno PalaChiocciola, ExpoChiocciola e Piazza degli Elicicoltori.

Quattro giorni di prodotti e alimenti a base di lumache: un menù creato dagli chef per esaltarne al meglio il sapore, ma non solo: noi le chiamiamo chiocciole è anche intrattenimento, musica, laboratori didattici ed eventi gastronomici, area benessere con i prodotti a base di bava di lumaca marcio S’agapò e una vetrina espositiva dedicata a tutti gli operatori, gli appassionati e i curiosi per mostrare le innovazioni del settore.

Saranno presenti grandi nomi della cucina regionale quali Francesco Oberto dello stellato Da Francesco e Paolo Meneguz del FRE di Monforte d’Alba che delizieranno i palati di tutti i presenti con inedite preparazione culinarie a base di chiocciole (ma non solo).

Un invito ad approfondire un settore tradizionale ma da sempre aperto alle novità e molto dinamico: un’occasione per scoprire sapori inaspettati.


After dinner, Food, Happy hour, i.

Inventami un martello nuovo ogni giorno disse l’incudine alla forgia, il mondo di i.

1 maggio 2018 • By

Inventami un martello nuovo ogni giorno disse l’incudine alla forgia, il mondo di i. 9/365

 

E’ frutto di tanto amore, tanti sacrifici e tantissima pazienza, per cui anche oggi giorno di festa mi ci sono dedicata. Devo ammettere che trovare penne brillanti ma soprattutto persone folgorate dalla musica sta  diventando sempre più difficile.

Spero con martedì di aver preso una decisione e di essere anche contenta di averla presa.

Ieri sono stata in ufficio da me e ho lavorato una mezza giornata, sbrigato in banca per il famoso furto del bancomat e poi me ne sono tornata in Brianza, pazienza il mese di maggio va e andrà cosi.

Stare a riposo forzato inizia a dare i suoi piccoli frutti e io devo ricordarmi di respirare non avere fretta (impazienza una mia caratteristica) e pensare che tutto prima o poi si risolve.

Per chi è rimasto a Milano vi segnalo l’apertura di un nuovo localino in zona Isola: Bob Cocktail d’Autore, si trova per la precisione in via Borsieri al 30. 

Bob ama le cose fatte bene, accoglie i clienti cercando di creare un’intimità familiare, quindi potrebbe essere il locale preferito per la coppia alla prima uscita, due chiacchiere tra amiche o l’ultimo drink prima di andare a nanna! La lista cocktail è firmata da Lucian Bucar e per chi avesse anche voglia di mangiare qualcosa è possibile provare i Bao (panino cotto al vapore) rivisitati in chiave gourmet oppure degustare ravioli al vapore artigianali e infine piccoli assaggi che profumano di oriente.

Vi consiglio di andare a farci un giro, sono giornate bellissime per delle lunghe e amorose passeggiate.

[Anche se oggi il tuo unico lavoro sembra essere quello di mandare curriculum… Buon 1° Maggio]

 

i.

 

ps le foto sono di Modestino Tozzi

BOB

via Pietro Borsieri, 30 @ Milano

Aperto dal martedì alla domenica 18:00 / 2:00

Chiuso il lunedì

www.bobmilano.it (presto online)

FACEBOOK @bobmilano

INSTAGRAM @bobisoladistrict

 

 


Food

Come al mare… ma al Fishbar de Milan

20 aprile 2018 • By

Fishbar de Milan, il concept store di ristorazione ricercata e allo stesso tempo informale, dopo il successo in Brera e quello a Courmayeur e a Porto Quatu in Sardegna, apre i battenti in una delle zone da sempre più in di Milano: Porta Romana.

Simile nell’aspetto all’originale versione di Brera, questa seconda apertura milanese di Fishbar prevede un menù ricco delle più fresche prelibatezze del mare, cucinate seguendo sia la tradizione italiana che quella esotica. Ma la punta di diamante di questo nuovo locale in Porta Romana saranno gli aperitivi: a base chiaramente di pesce, tanto cotto quanto crudo, potranno essere accompagnati da gustosi cocktail studiati ad hoc dal mixologist Giuseppe Russo.

Restaurant & Lounge bar che perfettamente si adegua ai gusti e alle esigenze del pubblico milanese più al passo con i tempi, Fishbar de Milan è un locale di tendenza, accogliente e informale, in cui soddisfare il proprio palato con delicatezze e abbondanze di ogni tipo, tutto rigorosamente dal mare. Gamberi viola di Mazzara, Salmon Steak con insalatina di alghe e patate al forno, carpaccio di ricciola con broccolo in agrodolce e dressing alla birra, Fish&Chips di cuore di merluzzo impanato con pane panco accompagnato da patatine stick al curry… da Fishbar de Milan è davvero possibile trovare qualsiasi prelibatezza marina per un’esperienza sensoriale oltre l’immaginazione: il gusto appaga il palato, l’attenzione al dettaglio soddisfa la mente.

A coronare il tutto poi, l’attenta selezione di vini e birre apprezzabile anche dai più pretenzios

i appassionati in materia, che perfettamente si sposa con i piatti pensati dallo chef del locale.

Ma Fishbar de Milan non è solo questo, al suo interno si trova un mondo altro: un luogo quasi incantato, che si distacca completamente dalla Milano che tutti conosciamo e fa immergere i clienti in un meraviglioso spazio marino introvabile in qualsiasi altro luogo della città.


Food

Il Centro Medico NeMO ad Identità Golose

5 marzo 2018 • By

Il 3 marzo ho avuto la possibilità di partecipare all’edizione di Identità Golose 2018 e di incontrare il Centro Clinico ad alta specializzazione NeMO (NeuroMuscolar Omnicentre). Il centro, nello specifico, si occupa delle persone affette da malattie neuromuscolari, come, ad esempio, la Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), la Atrofia Muscolare Spinale (SMA) e le distrofie muscolari.

Le malattie neuromuscolari note sono molteplici e possono comparire in qualunque momento della vita, provocando gravi disabilità a chi ne è effetto, in particolare al movimento, alla capacità respiratoria, alla comunicazione, alla deglutizione e alla funzione cardiaca.

Il centro clinico è presente in quattro sedi: a Milano, Roma, Messina ed Avezzano, dove ogni giorno si affrontano i problemi legati alla disfagia, che riguarda oggi il 3% della popolazione italiana e consistono nella difficoltà di deglutire cibo e/o liquidi e possono interessare le diverse fasi della deglutizione.

NeMo ha partecipato a Identità Golose per presentare il suo progetto “Aggiungi un posto a tavola”, che prevede diversi eventi di raccolta fondi per i loro pazienti. Il progetto è proprio pensato per chi soffre di disfagia; lo stand infatti prevedeva tre piatti: La Scarpetta di Franco Pepe, l’Aria di Pane di Renato Bosco e un piatto speciale, una pizza creata dallo chef Misha Sukyas studiata specificatamente per le persone che soffrono di questa patologia. È un modo per trasmettere il piacere del gusto del cibo e cercare di ritrovare con i pazienti e i loro familiari il piacere di stare insieme a tavola.


Dinner, Food, Il giardino delle delizie, Nerospinto Fine Selection

Chiuma’s il ristorante che non ti aspetti

1 marzo 2018 • By

Oggi vi porto con me a scoprire un posticino nuovo in Via Gallarate, un quartiere di Milano che sta vivendo un momento di riscatto e di rinascita, dove anche Lapo Elkan ha deciso di investire e aprire insieme allo chef Cracco il ristorante Garage.
Il nuovo protagonista del firmamento culinario meneghino si chiama Chiuma’s, un ristorante su due piani caratterizzato da un ambiente elegante e molto curato nei dettagli, con un design moderno e accogliente che fa da sfondo a una cucina tradizionale di stampo napoletano che non rinuncia a slanci creativi e innovativi.

Il forte legame con la tradizione partenopea, che si vede nei piatti e si sente nei profumi, è stato fortemente voluto dalla coppia che sta dietro la nuova impresa culinaria: Marco Chiumenti e la moglie Floriana Fedeli hanno voluto portare al Nord un pezzo della loro bella Napoli.

Un’eredità importante che affonda le radici nel lontano ‘800, quando la bisnonna di Marco gestiva La Regina d’Italia, uno dei ristoranti più belli ed eleganti di Napoli, dove non era difficile incontrare Re Umberto I di Savoia insieme alla moglie Margherita. L’antico ristorante è stato distrutto durante la Prima Guerra Mondiale, ma non si è spento l’entusiasmo e l’amore per la buona cucina della famiglia Chiumenti, di cui Marco ha raccolto i sogni nel cassetto per aprire e gestire il ristorante che porta un pezzo del suo nome, Chiuma’s appunto.

Le scelte culinarie sono state affidate da Marco e Floriana agli Chef Mattia Susani e Nicola Viola, entrambi con alle spalle importanti esperienze lavorative, affiancati dallo Chef Fabrizio Ferrari e il sommelier Davide Valerio. Dall’unione dell’amore per la terra d’origine di Marco e Floriana e della voglia di creare e sperimentare dei giovani chef nasce un menù variegato, dove l’anima di quella Napoli lontana incontra i gusti e i giochi di colori e consistenze della cucina contemporanea.

Vi presento la squadra protagonista di questa avventura: Marco Chiumenti al centro insieme ai suoi Chef Mattia Susani e Nicola Viola.

marco-chiumenti-e-gli-chef-low

 

E per finire vi faccio vedere alcune prelibatezze che ho provato, assolutamente da non perdere.

 

28580217_10213926788475228_1565889537_o                                28583923_10213926789955265_776558453_o

 

28584952_10213926790835287_59390330_o