Browsing Category

Stile

Dinner, Food, Happy hour, Il giardino delle delizie, Stile

BOMAKI: Un delizioso mix nippo-brasiliano

3 febbraio 2016 • By

Il trend che ha ormai conquistato il capoluogo meneghino è un delizioso mix di cucina giapponese e brasiliana, e Bomaki, l’uramakeria di Milano, ha deciso di triplicare la sua presenza in città.

Si fa in tre e conquista le zone più alla moda di Milano: corso Sempione, Garibaldi e Marghera.
Tante sono le novità per gli affezionati e per i curiosi, senza dimenticare il must di Bomaki: il burrito rivisitato in chiave orientale.

 

Bomaki di Via Sanzio

Bomaki di Via Sanzio

 

Il menù è ricco, sa combinare due gustose culture conquistando i palati senza far piangere il portafogli: per otto squisiti roll bastano una decina di euro e la scelta include salmone, tonno, gamberi in tempura, branzino, granchio, astice, gamberi rossi di Sicilia, capesante e c’è anche una proposta vegetariana.
Per chi volesse accompagnare gli ottimi piatti dall’anima nippo-brasiliana con un drink colorato, una birra o un frullato, i prezzi vanno dai 4 ai 7 euro.

L’ideatore di questo incredibile mix di successo è lo chef Jeric Bautista, che sa abbinare delizie in costante evoluzione alla cortesia dello staff.

Il nome del locale deriva da una combinazione di due termini: uno portoghese (bom, che significa buono) e uno giapponese (maki, il tipico roll della cucina nipponica).
Bomaki ricorda uno dei ristobar in stile giapponese che si possono trovare nelle grandi città brasiliane, da Rio de Janeiro a Sao Paulo e la sua proposta culinaria fa venire l’acquolina in bocca solo sfogliando il menù.

Crepes di soia al salmone, pollo o picanha grigliata con guacamole, jalapeno o cheddar cheese sono solo alcune delle delizie che prepara lo chef Jeric Bautista. Ma anche inediti temaki con tonno maracuja (tartare di tonno, insalata e salsa maracuja), salmone e tartufo (salmone, avocado, Philadelphia e carpaccio di tartufo) o salmone al mango (cubetti di salmone, avocado, insalata, mango e salsa al mango).
I palati più fini saranno conquistati dalla tartare ceviche, una fresca variante di crudi da lasciare a bocca aperta (polipo, branzino, gambero rosso di Sicilia, pomodoro, mango, cipolla rossa e coriandolo).
Ma fra le righe del menù è possibile scovare ogni sorta di roll: dal tonno teriyaki (con carpaccio di tonno scottato, gamberi in tempura, spicy cream, avocado, teriyaki) al salmone tobiko (tartare di salmone, insalata, mango, avocado e crema di mango), dal branzino ceviche (con dadolata di branzino marinato, lime, zenzero, coriandolo, cipolla rossa, gambero in tempura) al granchio e tonno (granchio intero fritto, carpaccio di tonno e maionese), fino agli speciali come l’astice gratinato (astice alla fiamma, gambero in tempura, avocado, tobiko, salsa teriyaki, maionese).

Mix di uramaki

Mix di uramaki

 

Burrito spicy salmon

Burrito spicy salmon

Inoltre molti di questi curiosi mix possono essere gustati anche sotto forma di temaki (a partire da 6€), mentre ai più esigenti Bomaki propone il sashimi exotic (dodici pezzi di pesce misto con salsa di gazpacho al mango e passion fruit), il carpaccio flambè (tonno, branzino o salmone scottato con salsa ponzu, olio d’oliva e sesamo) o il mix di involtini di gamberi (in salsa dolce, piccante e curry).

Per i più golosi anche qualche dolce tipico brasiliano come il tris di brigadeiros (cioccolato fondente, bianco e al latte), il quindim (crème caramel al cocco) o le cheesecake al mango o al maracuja. Il coperto a 1€ comprende anche acqua naturale o frizzante in brocca gratuita.

Panna cotta al mango

Panna cotta al mango

 

Bomaki è l’ideale per degustare innovativi uramaki, ma anche per un veloce aperitivo o per una cena leggera in compagnia di un sorso di favolosi cocktail (caipirinha, caipiroska e speciali mojito al limone, alla papaya, all’ananas, ai frutti di bosco, alla fragola, al maracuja, al mango e alla goyaba).
Le pareti con ceramiche azulejos e le colorate carte da parati che ricordano la vegetazione brasiliana sanno creare l’atmosfera perfetta prima di avventurarsi nella movida milanese.

Ognuno dei tre locali ha una sua peculiarità: se in Largo la Foppa si trova un intimo soppalco e un dehors per cenare sotto gli archi che si affacciano sulla movimentata nightlife della zona, in via Sanzio è possibile ammirare uno splendido murales, opera dell’artista poliedrico Riccardo Poli.

La deliziosa e innovativa cucina di Bomaki è aperta dalle 12:30 alle 15 e dalle 19:30 a mezzanotte e aspetta solamente di essere assaggiata.

INFO:
www.bomaki.it
Servizio wi-fi disponibile.
E’ caldamente consigliata la prenotazione.

BOMAKI SEMPIONE:
C.so Sempione 10
20154 – Milano
Tel. 02 33603346

BOMAKI FOPPA:
Largo la Foppa 1
20121– Milano
Tel. 02 39663308

BOMAKI SANZIO:
Via Raffaello Sanzio 24
20149 – Milano
Tel. 02 39563318

 

Beatrice Bellano


Food, Il giardino delle delizie, Stile

Inaugurazione CLASSICO RESTAURANT&BAR: il mix perfetto tra food e beverage

28 aprile 2015 • By

Giovedì 30 aprile inaugura CLASSICO RESTAURANT&BAR: una nuova sfida food dai mille volti, dal breakfast al dinner, dall’estate all’inverno.

All’ombra dei grattacieli di Porta Nuova, nuovo volto della Milano proiettata verso il futuro, prende vita il Classico Restaurant&Bar.
Nato dall’esperienza del Virgin Active Café, il locale è la naturale evoluzione di un’innovativa idea d’intrattenimento che fonde un collaudato mix di seducenti sapori e un raffinato comfort. Uno spazio elegante, accogliente e dinamico adatto a qualunque momento della giornata, perfetto per rigeneranti pause pranzo, rilassanti brunch, vivaci aperitivi e preziose cene, ma soprattutto una nuova oasi della cultura food. La nuova sfida del Classico Restaurant&Bar, nasce grazie alla scommessa di Lorenzo Murray e suo fratello Orlando titolari di LMdM – azienda legata alla gestione di alcuni dei locali simbolo della scena milanese degli ultimi anni – che negli ultimi 12 mesi hanno lavorato per trasformare quello che era il Virgin Active Cafè in un nuovo locale, con un nuovo nome – Classico Restaurant&Bar – e un’innovativa filosofia, slegato dalla nightlife e più attento a coniugare il meglio della tradizione mediterranea con le nuove eccellenze del mondo della ristorazione.

 

Una nuova cucina “trasparente”, arredi di design dall’accogliente modernità e piatti ispirati dall’incontro tra cucina naturale, tradizione mediterranea e lampi di modernità: il nuovo Classico Restaurant&Bar è una raffinata oasi del gusto che guarda al futuro della cultura food, esplorarando sapori ricercati e sfumature green.

 

Un’idea di ristorazione che affonda le proprie radici in una filosofia rigorosa basata su quelle caratteristiche che hanno trasformato la dieta mediterranea in un patrimonio dell’umanità UNESCO, grazie a gustose ricette ricche di sapore, antiossidanti naturali e infinite proprietà benefiche. Su questi pilastri il Classico Restaurant&Bar ha elaborato le proprie proposte culinarie, tante invitanti creazioni che vengono strutturate in menù stagionali, che cambiano ogni 4 mesi, legati ad alimenti freschi e alle atmosfere della stagione in corso. Tante diverse tentazioni, tutte presentate senza troppe sofisticazioni per esaltare il gusto e la genuinità dei prodotti. All’interno dei menù, un ruolo importante è riservato a frutta e verdura, trasformate in protagoniste assolute dei piatti, alle mille virtù del pesce fresco e ad alimenti futuribili come il seitan, composto in golose creazioni fatte in casa. Tra le pagine dei menù anche ricette contrassegnate dai simboli benessere, homemade e premium ideali per i palati più esigenti. Il tutto abbinato a un’eccellente lista di vini, con una decina di etichette biologiche, biodinamiche e kosher.

 

Dalla colazione all’aperitivo, fino alla cena, la dimensione Bar è l’immancabile coprotagonista dell’esperienza offerta da Classico, accompagnando ogni momento della proposta gastronomica con una ricercata offerta, perfetta per tutti i palati e tutte le ore. Per la colazione, ma anche per il pranzo o il brunch del fine settimana, è possibile gustare ottime centrifughe di frutta e verdura, fresche spremute, o i classici tè, caffé e cappuccini preparati con italianissima maestria. Dal momento dell’aperitivo, il locale cambia aspetto: luci più soffuse, atmosfere più intime accompagnano gli ospiti. Per staccare la spina dalla giornata appena trascorsa, una preziosa selezione di vini Made in Italy raccolta in una winelist ricca di bottiglie esclusive con una decina di etichette bio e kosher. Per i più cosmopoliti il locale propone anche un vasto numero di cocktail internazionali realizzati da barman esperti con liquori di qualità superiore. Piccoli ricercati assaggi e un saporito giro pasta con ricette d’eccellenza attendono gli ospiti che si concedono un aperitivo nel cuore della nuova Milano. Per i più esigenti, tutto lo charme delle bollicine, da quello tricolore del Franciacorta DOCG a quello salutare dei prosecchi biologici, fino a quello più sofisticato dei migliori e più blasonati champagne.

 

Classico Restaurant&Bar

Via Tocqueville, 9 Milano
tel. 02 8492 7861
Cucina aperta fino alle ore 24

 


Food, Il giardino delle delizie, Stile

ORTO erbe e cucina: il ristorante a Milano che scalda il cuore.

14 aprile 2015 • By

ORTO erbe e cucina”, la prima bottega di vendita di erbe aromatiche con laboratorio di cucina, potrebbe diventare il mio ristorante preferito.

 

ORTO è un piccolo e delizioso spazio verde in un palazzo d’epoca al centro di Milano, si trova in Via Gaudenzio Ferrari 3, traversa di Corso Genova. Ad accogliervi all’entrata, c’è l’adorabile Ingrid che con la sua gentilezza vi accompagnerà alla scoperta di questo tesoro nascosto. Può ricordare un bistrot di Copenaghen, ma arricchito da una boutique di erbe aromatiche che potrete acquistare.

È da qui che, con amore, gli chef si impegnano tutti i giorni a garantire il migliore servizio al cliente, nella vendita delle piante aromatiche e nella trasformazione delle stesse in piatti originali e gustosi.

ORTO ha scelto come consulenti e  guida alla creazione del menu Fabrizio Marino, Sauro Ricci, i due cuochi del Joia di Milano, rinomato ed eclettico ristorante vegetariano guidato dallo Chef Pietro Leemann. Insieme a loro, la chef Caterina Perazzi realizza le ricette originali della cucina di ORTO ed è un elemento importante nel progetto della bottega.

Orto erbe e cucina è l’incontro tra la natura, “le piante aromatiche”, e il rispetto in cucina della materia prima.

Non chiedeteci il basilico d’inverno” è il principio di stagionalità’. Le piantine aromatiche sono coltivate nella rigogliosa campagna piemontese dal vivaista seguendo i ritmi della natura. Crescono all’aria aperta. Non sono coltivate in serre riscaldate artificialmente.

Toccale, odorale e gustale. Da ORTO le piante le puoi toccare, strofinare tra le dita così da poter sentire i profumi che emanano. I piatti sono tutti caratterizzati dal sapore e dal profumo di erbette aromatiche. Dal dolce al salato uniamo la loro semplicità a quella d’ingredienti di altissima qualità così da esaltare l’esperienza culinaria.

Stessa cura e attenzione è dedicata a tutte le materie prime utilizzate in cucina. Pomodori che sanno di pomodori”, la cucina di ORTO rispetta la materia prima, rispetta il territorio e ne valorizza tutti i suoi prodotti. La somma dei gusti dei singoli ingredienti crea piatti unici nel loro genere.

I piatti cambiano molto spesso e, per scelta etica, non prevedono carne.

Potete scegliere tra menù di pesce o vegetariano. Ogni menù è composta da assaggi misti e dal piatto principale. Il tutto accompagnato da vino rigorosamente bio.

Consigliato per il brunch, per una domenica romantica, fra erbe aromatiche e cucina ricercata.

È gradita la prenotazione.

                                                                                             Indira Fassioni

 

ORTO erbe e cucina

Aperto da martedì a venerdì  10.00-15.00 e 17.00-23.00 (venerdì 17.00-24.00)
Sabato 10.00-24
Domenica 10.00-23.00

via Gaudenzio Ferrari, 3 Milano
tel. 02 83660716
www.ortomilano.it

 

 

 

 


Food, Il giardino delle delizie, Stile

Sardò Street Food

24 marzo 2015 • By

Dall’incontro di due giovani sardi, Andrea e Vincenzo,  una milanese che sembra sarda, Chiara, e un milanese che ama la Sardegna, Aldo, nasce Sardò: il primo Street Food Sardo italiano

Da Sardò Andrea e Vincenzo, col prezioso aiuto di Severino, Nicole e Pauline, accolgono i clienti col calore della loro terra e preparano ogni specialità con attenzione al minimo dettaglio.

Nel pieno centro di Milano un locale dove le specialità sarde sono rivisitate in versione street food. Da Sardò il pane Carasau si fa rotolo, il porcetto è take away e il mirto diventa spritz. In questo angolo di Sardegna, abbellito dalle decorazioni delle tipiche ceramiche, la cucina tradizionale si trasforma in cibo da strada.

Pensato per chi in città ha i minuti contati ma non vuole rinunciare ad una buona colazione o a una pausa pranzo di qualità, Sardò offre piatti e spuntini in loco o da portar via. Il menu è stato accuratamente concepito rivolgendo un’attenzione particolare alla tipicità dei prodotti e alla freschezza degli ingredienti, che arrivano quotidianamente da produttori dell’isola.

Se per colazione e merenda formaggelle e casadinas tentano i palati più golosi, a pranzo sono i Carasini ad offrire un’allettante gamma di sapori: avvolti da pane Carasau o pane fino di Ozieri, racchiudono combinazioni di ingredienti insolite. Insalatone fresche e il tipico porcetto completano le proposte per la pausa pranzo.

Qualche giovedì, invece, Sardò tira tardi per stuzzicare gli ospiti con due aperitivi unici: Caipiredda e Spritz al mirto, accompagnati da tastaini. Sulla pagina facebook saranno di volta in volta segnalati i giovedì con aperitivo.

 

DELIVERY

Per chi abita nella Zona 1 di Milano è disponibile un servizio di consegne a domicilio chiamando il numero 02 36638630.

 

CATERING

Dalla sede di Milano lo staff di Sardò realizza le migliori proposte di gastronomia sarda per eventi e occasioni particolari, offrendo eventualmente supporto nella scelta della location.

 

Orari: lun. – ven. 7.30 -18.00
sabato 10.00 – 18.00
domenica chiuso

 

Sardò

Via Verziere, 3 – MILANO
Tel. +39 02 36638630
www.sardostreetfood.com
info@sardostreetfood.com

 


Food, Il giardino delle delizie, Stile

19/03: Goût de France, omaggio alla cucina francese

19 marzo 2015 • By

1000 chef, 1000 menù diversi distribuiti sui cinque continenti per celebrare l’iniziativa Goût de France/ Good France , il 19 Marzo presso tutte le ambasciate francesi e ai ristoranti partecipanti.

In numerosi paesi le reti consolari e culturali faranno l’eco di questo evento inedito. Grazie a questo impegno saranno organizzate, la stessa sera, delle cene Goût de France/ Good France in ben 150 paesi.

Giovedì 19 marzo 2015 saranno proposte 1500 cene nei ristoranti e nelle ambasciate di 150 paesi nei 5 continenti, al fine di celebrare la gastronomia francese invitando la gente a condividere una “cena francese”. In ognuno dei ristoranti partecipanti, l’evento renderà omaggio a una cucina vivente, aperta e innovatrice, pur restando fedele ai suoi valori: condivisione, piacere, rispetto del mangiare sano e del pianeta.

Goût de France/ Good France è organizzata su iniziativa di Alain Ducasse e del Ministero degli Affari Esteri e dello Sviluppo Internazionale.

In occasione della presentazione del progetto, Laurent Fabius ha dichiarato: “Il patrimonio della Francia è la cucina, sono i suoi vini, (…) mangiare alla francese appartiene dal 2010 al Patrimonio mondiale dell’UNESCO, ma è un patrimonio che non bisogna solo contemplare, glorificare o assaporare, bensì un patrimonio da far fruttare e da mettere in valore”.

Per Alain Ducasse: “La cucina francese è l’interprete di una cucina che si è evoluta verso la leggerezza, in armonia con il suo ambiente (…) il punto in comune è la generosità, la condivisione, l’amore per il bello e per il buono, sarà una parentesi incantata, l’occasione per festeggiare la cucina francese in tutto il mondo”.

Inspirandosi a Auguste Escoffier che nel 1912 iniziava a scrivere “le Cene di Epicuro”- lo stesso menu, lo stesso giorno, in varie città del mondo e per il più grande numero di convitati possibile- Goût de France/ Good France riprende questa bella idea, con la volontà di coinvolgere i ristoranti in tutto il mondo.

Gli chef proporranno nei loro stabilimenti un menu “alla francese” con un aperitivo di tradizione francese, un antipasto freddo e uno caldo, del pesce o dei crostacei, della carne rossa o della carne di volatili, un formaggio francese (o una selezione di formaggi), un dessert al cioccolato, dei vini e un digestivo francese, pur restando liberi di mettere in valore la loro propria tradizione/cultura culinaria.

Una cucina accessibile a tutti, dai bistrot alle tavole di eccellenza, realizzata partendo da prodotti freschi di stagione e provenienti dal terreno locale, con meno grassi, meno zuccheri, sale e proteine.
Il prezzo del menu è a discrezione del ristorante e ognuno di questi è invitato a devolvere il 5% delle vendite a una ONG locale, contribuendo al rispetto della salute e dell’ambiente.

Tra i cento ristoranti italiani che aderiscono all’iniziativa, elenchiamo quelli che trovate nella città di Milano:

Acanto Restaurant, chef Fabrizio Cadei: piazza della Repubblica 17
Le Vrai, chef Patrick Massera: via Monte Santo 8
Novotel Cafe, chef Marcello Giomini: via Mecenate 121
Novotelcafé-Novotel Milano Nord Ca’ Granda, chef Mauro Biola: viale Suzzani 13
Pomiroeu Giancarlo Morelli, chef Giancarlo Morelli: via Garibaldi 37 (Seregno)
Ristorante Berton, chef Andrea Berton: viale della Liberazione 13
Sadler, chef Claudio Sadler: via Ascanio Sforza 77
Società del Giardino, chef Chicco e Roberto Cerea: via San Paolo 10

Per ulteriori informazioni
http://int.rendezvousenfrance.com/en/gout-france-good-france