Browsing Tag

cibo

Food, Il giardino delle delizie

“L’italiano in cucina”: ricette stellate racchiuse in un volume unico

7 gennaio 2016 • By

Sediamoci a tavola con grandi chef internazionali…

 
E’ uscito poco prima di Natale il volume “L’ITALIANO IN CUCINA”, pubblicato da SKIRA editore a cura di Marina Valensise.

 
L’ITALIANO IN CUCINA è un viaggio nel gusto della cucina di venti cuochi stellati.

 
Venti grandi nomi, fra i migliori del mondo, ci guidano alla scoperta della cucina italiana, un patrimonio gastronomico ricchissimo e in parte ancora inesplorato. Basti pensare alle tipicità di ogni regione italiana! Ciascuna di loro ha i suoi segreti, i suoi ingredienti, i suoi legami con i produttori del territorio. Un legame speciale che ci permette di scoprire il “gusto italiano”…

 

I nomi protagonisti del libro sono quelli “top” dell’alta ristorazione italiana: Davide Oldani, Gianfranco Vissani, Enrico Cerea, Pino Cuttaia, Heinz Beck, Moreno Cedroni, Salvatore Tassa, Gennaro Esposito, Alfonso Iaccarino, Anthony Genovese, Luigi Ferraro, Carlo Cracco, Roberto Petza, Emanuele Scarello, Vinod Sookar e Antonella Ricci, Giancarlo Perbellini, Cristina Bowermann, Mariangela Susigan, Matteo Baronetto.

 

Il libro raccoglie anche una serie di ricette di questi rinomati chef italiani, corredate da bellissime fotografie che stuzzicano l’appetito!
Attraverso le “ricette stellate” di questi grandi maestri dell’arte culinaria, si scopre l’eccellenza della cucina italiana…

Sara Biondi

 

 

 


Food, Il giardino delle delizie

Sciatt à porter: un angolo di Valtellina nel cuore di Milano

4 gennaio 2016 • By

Se avete ancora voglia dell’atmosfera di montagna e se siete amanti del cibo valtellinese e dei sapori tradizionali e golosi, Sciatt à porter è il locale che fa per voi.

 

Nato alla fine del 2013 da un’idea di Emma Marveggio, valtellinese doc, Sciatt à porter  è una bottega di qualità dedicata alla Valtellina e allo street food di montagna. Un luogo unico e speciale dove ritrovare il piacere del cibo e la cordialità del servizio.

 

Le sue specialità? Sicuramente lo sciatt che, oltre a dare il nome al locale, è una golosa frittella di grano saraceno ripiena di formaggio Casera fuso. Dopo la frittura, gli sciatt vengono serviti in un comodo cono di carta da passeggio.

 

Sono ideali per una merenda in piedi, passeggiando nel vicino corso Como, ma si possono gustare anche comodamente seduti nel locale, al tavolino o al bancone o seduti su alti ceppi dalla funzione di sgabelli.

 

Ma i piatti della tradizione valtellinese non finiscono qui. Immancabili i pizzoccheri, una sorta di tagliatelle ricavate da un impasto preparato con farina di grano saraceno e di frumento. Vengono serviti con verze, patate e formaggio Casera fuso. Da non farsi sfuggire il chisciol: lo stesso impasto degli sciatt viene steso e cotto in padella, sempre farcito di morbido formaggio e servito già affettato in piattini di materiale biodegradabile. Ampia la scelta di taglieri di salumi e formaggi tipici.

 

Da bere vini del territorio e birra di grano saraceno.

 

Ingolositi? Sciatt à porter vi aspetta per farvi respirare profumi di montagna e riscoprire bontà nostrane.

 

Aperto tutti i giorni dalle 12.00 alle 15.00 e dalle 18.30 alle 24.00

 

Sciatt à porter

Viale Montegrappa 18

02/ 63470524
www.sciattaporter.com
info@sciattaporter.com
FB/ Sciatt à porter

 


Food, Il giardino delle delizie

La cucina come sfida

22 dicembre 2015 • By

La cucina come sfida?

 

Per il giovanissimo chef Carlo Andrea Pantaleo, classe 1992, alla guida del ristorante di famiglia Milano37 a Gorgonzola, periferia di Milano, la sua cucina è una sfida continua!

 

Cucinare per Carlo Andrea è passione e sacrificio. In ogni piatto, il giovane chef esprime il suo amore per i fornelli e la sua grinta.

Cucinare è il mio modo di comunicare, il mio strumento di creatività, è tutto il mio essere di spontaneità, il mescolare sapori incredibili con odori semplici ma a volte sorprendenti. La mia cucina è continuamente una sfida“.

Carlo Andrea propone una cucina creativa che, partendo dalla tradizione, rivisita in chiave contemporanea piatti classici. Il giusto equilibrio tra inventiva e classicità in piatti che rendono protagonista la materia prima selezionata con cura dal suo staff.

Nella sua cucina, Carlo Andrea cerca sempre di seguire la stagionalità dei prodotti o comunque quanto il mercato offre in determinati periodi dell’anno, cambiando il menù quasi ogni mese per poter proporre ai clienti piatti sempre nuovi ed interessanti.

La cucina di Milano37 è un viaggio alla scoperta di profumi e sapori in piatti che raccontano l’Italia e le sue eccellenze. Proposte culinarie che uniscono creatività e tradizione, freschezza delle materie prime e ricerca del gusto. Nulla è lasciato al caso dello chef Carlo Andrea Pantaleo … ogni piatto racconta un’idea, narra una storia…

 

I miei piatti raccontano una storia, un pensiero, un ricordo, un’emozione … Ho deciso di dare un nome ad ogni piatto del mio menù per richiamare un immaginario“.

 

Sara Biondi


Food, Il giardino delle delizie

JARIT: esperienze gourmet in un vasetto

11 dicembre 2015 • By

Jarit nasce dall’idea di racchiudere dentro un vasetto un’esperienza gastronomica.

 

L’ obiettivo è quello di far gustare un piatto di alta qualità, preparato con le migliori materie prime e secondo la tradizione delle ricette italiane. Pietanze raffinate, cucinate da esperti Chef della ristorazione nostrana.

 

In piazza Santo Stefano, angolo via Festa del Perdono, un intero menù – che cambia ogni due mesi – è disponibile in vasetti di vetro. Si possono gustare in loco, oppure comodamente a casa, previo riscaldamento a bagnomaria o in microonde.

In alternativa si può scegliere il servizio di consegna. Ordinando on-line, è possibile ricevere il prodotte ovunque si voglia, a casa, in ufficio, al parco, specificando se lo si vuole già caldo e pronto per essere gustato o a temperatura di conservazione.

 

Dalla scelta delle materie prime, alla lavorazione, alla presentazione e all’accoglienza dei clienti, Jarit pone la qualità sempre al primo posto. La preparazione di prodotti alimentari ad alti livelli culinari e le tecniche di conservazione, affinate con cura ed esperienza, permettono di mantenere inalterate le caratteristiche organolettiche dei piatti e, soprattutto, i sapori. Una sfida non facile, alla quale è stata dedicato molta ricerca e tanta innovazione.

 

Un ricco assortimento di pietanze, le ‘collezioni’, studiato per cercare di soddisfare tutti i palati, e per venire incontro a diverse esigenze alimentari. Piatti vegetariani e per celiaci, realizzati solo con ingredienti di prima qualità.

Un menù che varia in base alle diverse stagionalità, ideato e realizzato da un team di Chef simbolo delle eccellenze della cucina italiana.

 

I primi quattro chef stellati ad aver aderito sono: Claudio Sadler (Ristorante Sadler, Milano), Antonella Ricci e Vinod Sookar (Al fornello di Ricci, Ceglie Messapica), Katja Maccari (I salotti di Villa il Patrorca, Chiusi). Gli altri piatti sono preparati da uno staff di cuochi che comprende Matteo Pisciotta e Andrea Piantanida, gli ideatori di Jarit

 

DOVE SI TROVA

Jarit
Piazza Santo Stefano, Milano
02/58309168
info@jarit.it

Dopolavoro Bicocca
Via Chiese, 2 Milano
Mercoledì: 11.00 – 16.00
Giovedì – Domenica: 11.00 – 23.00
02/6431111

Pasticceria Zamberletti
Via Manzoni, 21100 Varese
Lunedì – Domenica: 8.00 – 20.00
Chiuso il martedì

Pasticceria Zamberletti
Via Calcinate, 14 Groppello di Gavirate
Lunedì – Domenica: 6.30 – 20.00


Food, Il giardino delle delizie

Zazà Ramen e il menù delle Buone Feste

9 dicembre 2015 • By

Zazà Ramen – il locale nel cuore i Brera che ha fatto del Ramen il suo cavallo di battaglia – torna a far parlare di sé.

Brendan Becht, chef olandese e di fama internazionale, e Kevin Ageshi, imprenditore giapponese, propongono dal 5 dicembre al 6 gennaio 2016 uno speciale “Menù delle Buone Feste“.

Si potrà gustare infatti la ricetta incentrata sul ramen di maiale, guarnito con uovo morbido marinato, cavolo verza e carote glassate, e yaki-gyoza di carne, due appetitosi piatti invernali tipici del Giappone. Il tutto accompagnato da Lambrusco secco Rosso Dop reggiano “Ligabue Class” della cantina Gualtieri.
A completare, il dessert – sformato al cioccolato amaro con crema al latte di cocco – e il caffè.

Orari:
12.00 – 15.00
19.00 – 24.00

Aperto anche il 31 dicembre e il 6 gennaio; il 27 dicembre solo per cena
Chiuso il 24 dicembre sera, il 25 e il 26 dicembre e l’1 gennaio

Zazà Ramen
via Solferino, 48 Milano
www.zazaramen.it